SCUOLE SPORT

 

Testo di presentazione delle scuole sport.

NUOTO

Al Maximo consideriamo la capacità di saper nuotare come un’abilità indispensabile nella vita, su una Terra composta del 60% da acqua. Rendendo l’esperienza interessante e divertente siamo in grado di attrarre grandi e piccoli verso il mondo del nuoto.

Chiunque può imparare a nuotare, per questo il nostro metodo di insegnamento si differenzia a seconda di chi scende in acqua con noi. Ogni giorno istruttori competenti e qualificati mettono al vostro servizio la passione per i bambini e per l’insegnamento. Così una volta superate le fasi iniziali del prendere confidenza con l’acqua, porteremo i nostri allievi ad imparare rapidamente forti capacità natatorie per aiutarli a diventare sicuri nell’ambiente acquatico.

L’esperienza di più di quarant’anni nel settore ed un luogo accogliente e familiare sono il valore aggiunto della Scuola Nuoto del Maximo.

​JU JITSU

Nella società contemporanea la pratica di questa arte marziale assume per gli adulti i connotati di un metodo di difesa personale o impegno sportivo mentre per i più giovani, soprattutto per i bambini la pratica essenzialmente ludico-sportiva priva di qualsiasi atteggiamento aggressivo, privilegia lo sviluppo fisico e mentale e la formazione del carattere, dello spirito di collaborazione e del rispetto reciproco. Quindi non più arte da combattimento fine a se stessa ma una “via” di conoscenza di sè e di armonizzazione con gli altri. Nello specifico la pratica del ju jitsu concorre a uno sviluppo motorio completo completato da un’ampia acquisizione di elementi di base della ginnastica preacrobatica. Ulteriori valenze educative le ritroviamo nell’attenzione rivolta alla postura del corpo e degli arti durante la pratica che assume, quindi, una notevole importanza nella prevenzione dei cosiddetti paramorfismi tipici dell’età giovanile (dorso curvo, scapole alate, atteggiamento scoliotico, valgismo e varismo delle ginocchia e dei piedi, ecc ). Gioco, divertimento, passione, impegno, educazione, armonia, rispetto, amicizia sono i principali valori e obiettivi che caratterizzano  la nostra scuola.

BEACH VOLLEY

La nostra scuola di Beach Volley è un vero e proprio viaggio sportivo che favorisce il confronto e l’integrazione tra atleti di diversa età e sesso, aiutando a sviluppare l’autonomia personale e l’adattamento alle diverse situazioni.

Un’occasione per praticare questo sport e rafforzare i rapporti relazionali, riscoprendo il piacere e l’importanza di far parte di un gruppo.
Il nostro progetto è quello di ampliare l’educazione motoria e sportiva attraverso la pratica del beach volley, finalizzando gli aspetti formativi di questa disciplina a un costruttivo impiego del tempo libero, in un progetto di educazione permanente alla salute. Negli ultimi quattro anni la nostra scuola ha visto il coinvolgimento di oltre 300 atleti solo nel corso attualmente in essere vantiamo ben 150 corsisti, il gradimento generale riscontrato negli eventi correlati hanno confermato la validità del progetto che in un’ottica di sviluppo propone da quest’anno una serie d’interessanti novità.

DANZA

Con il termine danza moderna si definiscono generalmente gli sviluppi della danza che, a partire dalla fine del XIX secolo, portarono ad un nuovo modo di concepire la danza di scena, in contrapposizione al balletto classico-accademico. In alcuni casi, adottando una terminologia tipica del mondo anglosassone, il termine indica anche alcune forme di ballo da sala evolutesi nel Novecento.

Nata come ribellione nei confronti della danza accademica, ritenuta troppo rigida e schematica, la danza moderna intendeva procedere alla ricerca di una danza libera, che inizialmente veniva spesso praticata attraverso la provocante forma dell'assolo (oggi detto anche solo), eseguito spesso in spazi non teatrali, per marcare un forte contrasto con lo sfarzo dei grandi balletti.

TENNIS

Il tennis è uno sport che vede opposti due giocatori (uno contro uno, incontro singolare) o quattro (due contro due, incontro di doppio) in un campo diviso in due metà da una rete alta circa un metro dal terreno. I giocatori utilizzano una racchetta, come se fosse il prolungamento del braccio, al fine di colpire una palla. In passato le racchette avevano un telaio in legno, successivamente in leghe leggere, ora in grafite pura o mista a kevlar, fibra di vetro, tungsteno o basalto, con una corda monofilamento o multifilamento congiunta in diversi punti del telaio in modo da formare una rete.

Lo scopo del gioco è colpire la palla per far sì che l'avversario, posto nell'altra metà del campo da gioco, non possa ribatterla dopo il primo rimbalzo (l'obbligo del primo rimbalzo è solo in risposta alla palla messa in gioco dalla battuta dall'avversario, nelle altre fasi del gioco è consentito ribatterla anche al volo) o che battendola finisca con mandarla fuori campo o non riesca a superare la rete posta al centro.

CONTATTI

Via Di Casal Boccone 283,

00156 - Roma - Italy

desk@maximogreen.it,

Tel: 06.88.80.58.08

 

  • Facebook Basic Black

1/7

Tutte le Pubblicità proposte dal club sono finalizzate alla promozione dell'attivita' sportiva dilettantististica.

© 2019 by Maximo Sport & FItness - Created with Web Service Roma